armonia

La psicofonia
Metodo fondato da Marie-Louise Aucher nel 1960 in seguito a ricerche sul suono e sulle corrispondenze vibratorie del corpo umano, la Psicofonia viene definita dalla sua ideatrice come un “percorso auto-sperimentale di armonia fisica e psichica, che utilizza in favore della voce parlata e cantata le corrispondenze tra l’Uomo, i Suoni, i Ritmi, il Verbo, creando pazientemente una sintesi personale di conoscenza e di equilibrio”.
Si tratta di un percorso di conoscenza personale, che porta alla sperimentazione delle proprie sensazioni ed emozioni, alla ricerca dell’equilibrio, usando come strumento principale la voce, attraverso il canto e la parola.
Il corpo umano è il primo strumento musicale, strumento che vibra grazie ai suoni che percepisce ed emette.
Ad ogni suono emesso attraverso la voce, nel corpo risuonano una vertebra ed i gangli paravertebrali (noduli che fanno parte del sistema nervoso) che le stanno ai lati, da cui si dipartono i nervi diretti ad uno o più organi interni.

A chi si rivolge
La Psicofonia si rivolge a tutte le persone alle quali interessa un percorso di armonizzazione per mezzo della voce e del canto.
Non è necessaria alcuna esperienza pregressa di canto, in quanto il percorso è strutturato in modo tale da sviluppare gradualmente le possibilità espressive vocali dei partecipanti, in un contesto accogliente, dove si valorizza l’unicità di ciascuno alla ricerca di una unità dell’essere.

Obiettivi
La voce rispecchia le condizioni mentali, fisiche ed emozionali di una persona: è lo specchio dell’anima. Comprendere la propria voce, scoprire come vengono emessi i suoni, è un ottimo modo per imparare a percepire i significati non espressi celati dietro le parole. Praticando la Psicofonia è possibile rilevare il progressivo rilascio delle tensioni eccessive e la tonificazione del corpo e dei muscoli vocali, miglioramenti nel respiro; si favorisce la sicurezza nel riconoscere, esprimere e manifestare le proprie emozioni. A mano a mano ci si “intona”, lo sguardo diviene più vivace.
Grazie al miglioramento della capacità di ascolto è possibile migliorare l’attenzione nei confronti del mondo esterno.
Gli organi interni e le principali ghiandole vengono a essere stimolati da una sorta di “massaggio” interno, che viene attivato dalle vibrazioni del canto. Uno degli obiettivi del lavoro psicofonetico è “risvegliare alla vita attraverso il canto”.

Breve descrizione dell’attività
Nel percorso di Armonia nel Canto sono previste attività di:
• riscaldamento e lavoro corporeo, per favorire la percezione, sciogliere le tensioni e tonificare;
• pratica di vocalizzi elaborati da Marie Louise Aucher, accompagnati da movimento e da immagini mentali, per favorire diverse emissioni a seconda della sensazione evocata, migliorando l’integrazione voce-mente-corpo;
• canto di brani di diverso genere.

Tempi

8 incontri, della durata di 1 ora e 15 minuti.

Il prossimo incontro di presentazione del percorso di 8 incontri sarà lunedì 16 marzo 2020 alle 18.30, con avvio del percorso a partire da lunedì 23 marzo.

Luogo: Piedicastello

Quota di partecipazione: 100 euro.